1178

Norimberga 2016, l’evoluzione del negozio al dettaglio nello stand delle Our generation Dolls

Ce l’eravamo detti che era importante venire in fiera, che qualcosa di interessante si trova sempre e che si ha una percezione migliore di dove sta andando il mercato.

Norimberga 2016 per me è stata un’edizione di quelle da ricordare.

Una di quelle che segnano la svolta nel mercato. Il momento di un cambio epocale.

I segnali deboli sono diventati forti e così da oggi è il momento delle decisioni.

Il mercato della vendita dei giocattoli al dettaglio sta cambiando, ed in particolare il mondo delle bambole.
Oggi i nostri clienti si sono abituati ad avere:

-Prezzi bassi e offerte
-comodità

Se sei alla ricerca di offerte aggressive fermati pure, non andare oltre con la lettura perché è uno sport che detesto. Sentir parlare di sottocosto mi fa venire il prurito e non verrò certo a proporti di far volantini o sconti impossibili.

Anzi, se sei un dettagliante ti farò una proposta esclusiva per incrementare i tuoi guadagni.

Per quanto riguarda la comodità, se non ti chiami Amazon o Auchan di cognome non credo tu sia in grado di sostenere apertura 24 ore 7 giorni la settimana.

Bene, se anche tu come me non sei in grado di offrire prezzi pazzi e orari folli cosa devi fare?

Semplice, il contrario di quello che fanno loro. Prezzi giusti, orari adeguati ma devi diventare interessante. Devi dare qualcosa che ipermercati e siti online non riescono a dare: emozioni, esperienze e calore.

Ecco questo è il segnale forte che arriva da Norimberga: dobbiamo evolvere, cambiare atteggiamento nei confronti dei nostri clienti, modo di proporre la merce e anche orientare le scelte di assortimento verso la professionalità.

Se ci sei passato puoi capire, altrimenti puoi chiedermi tutte le foto dettagliate ad alberto@battat.it, lo stand delle Our Generation Dolls non era uno stand fatto per farti vedere quanto sono belle le bambole, abbagliarti con una bella luce per farti comprare; ma era la riproduzione esatta di come un negozio dovrebbe evolvere per dare emozioni ai bambini.

PS. Ho appena avuto una bellissima soddisfazione, il report dell’editore e-duesse (quello della rivista Toy Store) dalla fiera di Norimberga parla di noi. Lo puoi vedere QUI.